Tassa sui Rifiuti (TARI)

Servizio attivo

La tassa rifiuti TARI è dovuta da chiunque occupa o ha a disposizione, nel territorio del Comune, locali od aree scoperte pertinenziali o accessorie diverse dalle aree a verde, con vincolo di solidarietà tra coloro che usano in comune i locali.

A chi è rivolto

 Alla persona fisica o persona giuridica intestataria della tassa.

Descrizione

Presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.
La mancata utilizzazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani o l’interruzione temporanea dello stesso non comportano esonero o riduzione del tributo.
Per utenze domestiche si intendono tutti i locali destinati a civile abitazione e loro pertinenze, mentre per utenze non domestiche tutti i restanti locali ed aree soggetti al tributo, tra cui le comunità, le attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere.

Il tributo è destinato alla copertura dei costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ad esclusione dei costi relativi ai rifiuti speciali al cui smaltimento provvedono a proprie spese i relativi produttori.

La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con vincolo di
solidarietà nel caso di pluralità di possessori o di detentori dei locali o delle aree stesse.
Nell’ipotesi di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TARI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie.
La detenzione pluriennale, derivante, ad esempio, ad un rapporto di locazione o di comodato, non avendo la natura temporanea, prevede, come soggetto passivo, il detentore per tutta la durata del rapporto.
Per i locali in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali e per le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori.
A quest’ultimi spettano invece tutti i diritti e sono tenuti a tutti gli obblighi derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree scoperte in uso esclusivo.

Come fare

Il versamento della Tari si effettua tramite il modello precompilato, allegato al prospetto riassuntivo, pagabile senza costi di commissioni presso sportelli bancari, uffici postali oppure tramite i servizi di home banking.

Cosa serve

Il modello F24.

Cosa si ottiene

La possibilità di pagare il modello precompilato associato al versamento per la Tassa sui Rifiuti TARI.

Tempi e scadenze

Per l'anno 2023 le scadenze del versamento della tassa sono:

  • 30 giugno 2023 prima rata
  • 29 dicembre 2023 seconda rata

con possibilità di pagamento in un unica soluzione entro il 31 luglio 2023 utilizzando i modelli precompilati allegati all'avviso di pagamento.

Costi

Gli utenti del servizio si suddividono in utenze domestiche (abitazioni private) e utenze non domestiche (tutte le altre utenze).

Utenze domestiche:  la tassa dovuta si ottiene moltiplicando la tariffa deliberato per l'anno di riferimento moltiplicata per la superficie oggetto di tassazione. La superficie tassabile corrisponde alla superficie misurata al filo interno dei muri dell'abitazione, cantina, garage e soffitte, limitatamente alla parte dei locali di altezza superiore a metri 1,50. Sono da includere nel calcolo i balconi e le terrazze chiuse a veranda o aperte solo sul lato frontale, sono escluse le terrazze scoperte.

Utenze non domestiche: la tassa dovuta dalla singola utenza non domestica si ottiene moltiplicando la tariffa unitaria prevista per la classe di attività cui è ricondotta l’utenza per la superficie tassabile ovvero la superficie misurata a filo di muri interni o sul perimetro interno delle aree scoperte.

Le utenze domestiche e non domestiche oltre alla tassa devono corrispondere la quota provinciale (TEFA), per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente, pari al 5% dell'imponibile.

Il Comune, per facilitare il corretto versamento della tassa, invia annualmente ai cittadini il prospetto riassuntivo della tassa dovuta sulla base delle dichiarazioni presentate, comprese le dichiarazioni tardive, allegando il modulo di versamento.
 

Allegato a fondo pagina il tariffario.

Accedi al servizio

Puoi accedere a questo servizio contattando o recandoti presso l'ufficio competente.

Vincoli

La dichiarazione di attivazione del servizio deve essere presentata entro novanta giorni solari dalla data di inizio del possesso o della detenzione dell’immobile, a mezzo posta,  via e-mail o mediante sportello fisico e online, compilando l’apposito modulo scaricabile dal sito internet del Comune e disponibile presso gli sportelli fisici.

Casi particolari

L'omesso, parziale o tardivo pagamento dell'importo dovuto per la TARI entro le scadenze stabilite comporterà la notifica da parte del Comune di un avviso di accertamento esecutivo comprensivo della sanzione di legge, degli interessi di mora calcolati al tasso legale e delle spese di notifica.

Se hai pagato un importo superiore al dovuto puoi presentare domanda di rimborso compilando la modulistica predisposta e allegando la documentazione richiesta. Devi presentare la domanda di rimborso entro il termine perentorio di cinque anni dal giorno del versamento.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Documenti

Contatti

Ufficio Ragioneria e Tributi

Piazza Monumento 12 , Zandobbio, Bergamo, Lombardia, Italia

Telefono: 0354256908
Email: uff.contabilita@comune.zandobbio.bg.it
PEC: protocollo@comunezandobbio.legalmail.it
Municipio di Zandobbio

Pagina aggiornata il 22/04/2024